I Vaishnava Sanno Chi Sono Io

Una volta, Shrila Guru Maharaj e Shrila Gurudev mi fecero degli elogi. Mi sembra che fu in occasione della pubblicazione di “The Guardian of Devotion”, ma non importa, è successo diverse volte.
Una volta gli dissi: «Ci sono tanti altri che si meritano i complimenti, è un lavoro di gruppo». E Guru Maharaj disse: «Si, ma tu sai chi, allora io dono tutto questo a te ed ora tu lo distribuisci a chi se lo merita». Mi stavano dicendo qualcosa ed ho pensato ad un certo punto che fosse troppo, quello che veniva espresso. Piuttosto indelicatamente, suggerii a Guru Maharaj: «Sai, se potessi abbassare un pochino i toni…». E lui ne fu così ferito: «Cosa? Sto praticando la mia religione, non sto esagerando, questo è ciò che credo, non è una lusinga, una vuota lusinga, ma è ciò che credo nel mio cuore».

Allora, me ne andai nella mia stanza, in questo caso particolare, e pensai: ho una certa idea su chi sia io, essendo me stesso e consapevole del mio dialogo interno e della mia storia e tutte queste cose, ho una mia valutazione. E poi c’è la visione di Srila Guru Maharaj e Srila Gurudev. A questo punto pensai; «Beh, supponiamo che, da un punto di vista relativo, entrambe siano vere. Dal mio punto di vista, sto vedendo le cose negative e riconosco, sono consapevole delle cose negative. Ma loro stavano scegliendo di enfatizzare la connessione positiva e la potenzialità reale, di un servitore».

E quindi mi posi questa domanda: chi ha una più realistica valutazione di chi io sia, io o loro? Chi può davvero vedere chi io sia realmente, io o loro? E decisi di credere nella loro visione di chi io sia e quale sia il mio reale potenziale. Mentre mi rendo conto di avere la mia personale valutazione di me stesso; le mie sincere, oneste, spietate osservazioni di un sé basato su pregiudizi acquisiti.

Quindi, speriamo di allontanarci da questo e muoverci verso il sé reale e realizzare quel potenziale reale. Allora procediamo secondo la guida di sadhu, shastra, guru e vaishnava, e gradualmente fare progressi. Ma sarebbe una posizione onesta riconoscere che non sono in grado di farlo; che sembra senza speranza o impossibile dalla mia posizione attuale. Perciò ho bisogno di prendere rifugio ed accettare una guida, allora posso avere fede che il risultato non sarà qualcosa che io ho iniziato ma piuttosto che sto procedendo sotto la direzione del guru e dei vaishnava, allora può essere devozione e sviluppare tendenze devozionali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...