Concezione Del Sè

L’anima trasmigra da un corpo all’altro, ed ancora in un altro ed in un altro, in modo evolutivo e progressivo.

È un graduale sviluppo della coscienza e realizzazione e piena espressione del libero arbitrio. Ma in questo processo è come se, trovandoci nel mondo dello sfruttamento, dell’azione e della reazione, avessimo accumulato diversi strati di tracce (saṁskār) dell’esistenza. Dopo tante vite, si sono impresse molte tracce nella coscienza.

Nell’arte si chiama “Palinsesto”. Significa che su alcuni dipinti, talvolta qualcuno dipingeva su quella stessa pittura, qualcuno ha fatto un dipinto su quella pittura e un’altra, un’altra e un’altra ancora. E possono scoprire, togliere uno strato di pittura e trovare… «Ah, abbiamo trovato un’altra pittura». Togli quella e ce n’è un’altra sotto a quella e ancora un’altra sotto a quella. Lo stesso tipo di principio, tutte queste impressioni mentali si stanno accumulando vita dopo vita dopo vita.

Sri Guru Mahārāj le chiama “tendenze acquisite”. Perché siamo automaticamente costretti a fare alcune cose? Pregiudizio acquisito. Perché tendiamo automaticamente a pensare in un certo modo? E con quelle tendenze acquisite e pregiudizi acquisiti nasciamo nella forma umana: questa vita in un particolare Paese, sesso, identità nazionale, identità sociale, identità storica e tutto ciò che influenza la nostra concezione del sé, di chi siamo .
Interrogarsi sulla propria identità
È un rituale di passaggio con l’inizio della pubertà, in genere i ragazzi e le ragazze cominciano a pensare: «Chi sono io?».
Mi ricordo quando avevo tredici anni, ero nel bagno e mi guardavo allo specchio, cominciavo a guardarmi con molta attenzione il viso e mi chiedendevo: «Chi sono io? Tu chi sei? Che cosa sei?». Forse ero un po’ estremo. Ma per tutti, è il cosiddetto rituale di passaggio.

Ricordo che mio fratello, quando studiava medicina, aveva una ragazza ed ho avuto alcune conversazioni filosofiche con lei. E sembrava interessata a quelle cose. Più tardi mio fratello mi ha detto: «Ha una crisi d’identità». Ed io ho pensato: «Oh, questo è molto buono». Era considerata una cosa tipo: «Ne verrà fuori, ma in questo momento si sta interrogando, chi sono? Qual è lo scopo? Lo avrebbe superato.». Pensavo: «Questo è ciò che la rende interessante. Se smette di farsi queste domande, allora sarà come tanti altri sciocchi».

Come nel Grande Gatsby di Fitzgerald, quando Daisy Buchanan ha una figlia, benedice la bambina dicendo: «Spero che tu cresca e diventi bella e stupida». [Ride]. Così, quando gli altri cominciano ad interrogarsi, a quel punto noi diremmo: «Oh, è una cosa molto buona». Gli adolescenti iniziano a voler scoprire se stessi, chi sono. Ora, nel mondo moderno, hanno tante possibilità di espressione attraverso la tecnologia digitale, i social-media, per esprimersi. Ma è una vera espressione di sé? Oppure si tratta di una mera espressione di tendenze acquisite, di pregiudizi acquisiti che si sono accumulati vita dopo vita e più recentemente in questa vita, essendo nati di un determinato sesso, in un determinato Paese e in un particolare stato sociale ed economico, istruiti in un un modo particolare, nati in una parte particolare del Paese e tutte le altre cose che potete aggiungere, sono solo un’espressione della sbagliata concezione di sé stessi, di una nozione sbagliata dell’identità?

Così, quando Sanātan Goswāmī dice a Mahāprabhu: «Khai amāya jāre tapa-traya: chi sono e perché soffro le tre forme di miseria?». (CC: Madhya 20.102)
Adhyātmik, adhibhautik, adhidaivik.
Adhyātmik: miserie che vengono da sé stessi; adhibhautik: miserie che vengono da altri (altre persone, altri esseri viventi); adhidaivik: miserie che vengono dall’ambiente.
Egli dice: «Se non so chi sono io e perché sto soffrendo in questo modo, kemane hita haya, posso davvero indagare su ciò che è definitivamente benefico per me?».

Shrila Bhakti Sudhir Goswami

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...